Backup WordPress: il modo più facile e veloce

Utile quando si tratta di aggiornare il CMS o i suoi temi e plugin, utile in caso di problemi. Ecco come fare il backup WordPress nel modo più facile e veloce.

Dicono che il cane sia il miglior amico dell’uomo. Forse sì, forse no, forse è Google. Non lo so per certo ma so che il backup è il migliore amico di chi ha a cuore la gestione di un sito web. Già, ma quali sono i passaggi da seguire per fare backup di un sito WordPress?

Breve tutorial su come fare backup WordPress, in italiano

Ci sono più metodi, io te ne mostro un paio. Il primo è un po’ più lungo e laborioso, il secondo è decisamente più friendly. Al di là del metodo suggerito o adottato va detto comunque che i backup non sono mai troppi. E in più di un’occasione risparmiano un bel TSO a chi si occupa della manutenzione del sito.

Capita infatti di dover ripristinare il sito perché qualcosa è andato storto dopo aver aggiornato il core di WordPress, un tema o un plugin specifico che magari si rivela essere non del tutto compatibile con l’ultima versione del CMS.

Solitamente ogni provider offre soluzioni di backup nel proprio piano hosting, sia settimanale che giornaliero. Per una gestione più autonoma della cosa ecco allora due alternative per creare backup di sito WordPress, manuale e tramite plugin.

Backup manuale

Primo metodo per fare backup del sito WordPress, quello più lungo, manuale. Crea una cartella a cui poi dai un nome del tipo bu-01-miosito-01011970 (bu sta per backup, numero sequenziale per numerarli, nome del sito, data del backup). Dentro questa cartella crea invece una nuova cartella: puoi chiamarla www, puoi darle il nome del sito, il nome che preferisci. Sai che in questa sottocartella salvi i file di WordPress.

Apri FileZilla, connettiti al tuo sito. Seleziona tutti i file del tuo sito WordPress e scaricali all’interno della sottocartella creata prima, salvata magari sul tuo desktop per semplificare. Il processo è contrario a quello dell’installazione WordPress.

Ora collegati invece a PhpMyAdmin tramite URL o cPanel. Nella schermata di PHPMyAdmin seleziona il database del quale fare backup. Fai click su Esporta.

Come esportare il database di WordPress per fare backup

Esportare il database di WordPress per fare backup con PHPMyAdmin

Alla voce Metodo di esportazione seleziona Personalizzato e assicurati quindi che tutte le tabelle del database in questione siano evidenziate. Poi ancora alla voce Output seleziona Salva l’output in un file e, di seguito, controlla che il formato del file sia SQL. Scorri dunque fino a fondo pagina, clicca su Esegui e salva il file del tuo database nella cartella creata prima.

Ora avrai una cartella con l’identificativo del backup eseguito e, al suo interno, un file .sql con il nome del database, più una sottocartella con dentro tutti i file WordPress del tuo sito. Il backup è servito.

WordPress backup con Duplicator

Metodo molto più snello, agile e veloce. Installa il plugin Duplicator e attivalo. Alla sua omonima voce di menu a sinistra trovi tutte le impostazioni. Clicca su Package. Qui hai un resoconto degli eventuali backup o duplicati del sito. Il plugin fa appunto questo, crea un archivio zip con tutti i file del sito e del database. Tutto in uno, a portata di click e con annessa data per sapere quando è stato creato.

In alto a destra trovi Create New. Crea dunque un duplicato del tuo sito, perché il backup è, di fatto, una copia del sito in tutto e per tutto. Nel secondo step puoi eventualmente rinominare l’archivio che Duplicator crea a fine processo, oppure lasciare quello di default. Clicca su Next e attendi che il plugin faccia la scansione. Non ci mette molto, giusto qualche minuto, dipende dalla mole del sito.

WordPress backup, tutorial italiano con Duplicator

Fai backup di WordPress con Duplicator

Spunta la checkbox Yes. Continue with the build process e clicca quindi sul pulsante Build per dare il via alla creazione di due file: installer.php e, appunto, l’archivio con il backup del tuo sito. Il file installer.php permetterà poi di installare appunto il duplicato del tuo sito su un nuovo dominio o sul server locale o ovunque tu abbia bisogno. Collegati, per esempio, al miosito.it/installer.php e segui gli step come fosse una prima installazione WordPress e il gioco è fatto.

Davvero eccellente, non trovi?

Backup sempre e comunque

Lunga vita al tuo sito web. Sì, purché questo abbia dalla sua un backup. Come vedi fare backup del tuo sito WordPress è piuttosto agevole, specie con l’aiuto di un plugin come Duplicator.

Queste sono le mie soluzioni. Tu come fai backup? Conosci qualche metodo più semplice ancora e magari più efficiente per siti web di più grandi dimensioni? Fammelo sapere nei commenti e… buon backup 🙂

Un nano sardo con la passione per la musica, il piacere della lettura e il vizio di scrivere. Padre di Beat Torrent, vecchio matusa brontolone, lavoro come Web Designer. Scrivo da quando si spammava su MySpace.

Lascia il tuo feedback

commenti